24 aprile 2009

uno stupore che feriva gli occhi

questa città si sta rovinando anche se questa notte tutto durerà un attimo. nullatendente. sorvolare le stagioni morte e quelle mortificate. i colori li senti ad occhi chiusi, soprattutto quelli che sono di Petrolio, chiusi nella mia untuosità affettiva. ho dovuto smettere di piangere le parole tra noi pesanti. quel discorso che non troppo indirettamente si libera di noi. anche ridere poco è riflettere. tutta quella prosa ancorata. snodarsi farsi disfarsi rovesciarsi baciarsi annodarsi di nuovo per paura del Cauto. assiduo disertore dei nostri temporanei tagli. attaccarsi senza difendersi. coprirsi di titoli sbiaditi, recuperarli come le scarpe della scorsa primavera. la scarsa primavera morta e mortificata. il mare grigio che sembra armato di cemento. che non riflette quella luce che ci attacca al muro. che poi non esalta. che esala. che nemmeno esula troppo dal fuggirci. la matematica che non mi ha mai interessato. le indebite addizioni e le generose sottrazioni. i pensieri e le considerazioni prepagate che attraversano un passato spedito. senza sopportare il senso. senza supportare il dissenso della nostra vita. "puoi mangiare solo al fast-food e ti metti là a pensione". "puoi bere ormai solo in quel cazzo di fast-food e ti cali la tua tensione". la rabbia fitta e umida. e Nova è un po' come fare l'amore con il proprio passato bruciato o messo a fuoco. che poi non è proprio la stessa cosa. tre tiri ancora alla finestra ti fanno addormentare. stretti come siamo. nascosti nella rete dietro casa con una matita colorata. ogni volta ci accoglieva

3 commenti:

Chloé ha detto...

Le sue matite le porto nei capelli.
Tu scrivi di qualcosa che a volte non riesco a toccare.
Fa quasi paura avvicinarsi.

NON ABBIAMO ABBASTANZA SOGNI PER ARRIVARE A FINE MESE ha detto...

Oggi sto scoprendo diverse persone che con le loro parole si avvicinano alle mie..tu sei una di quelle!

Ciao!

oraDem ha detto...

L'hai trovata. Cioè Lui l'ha trovata per te. La luna rosa.

Secondo me ha preso un po' del colore al tramonto per farsi un po' più bella. Ecco.